NOVITÀ SUL PORTALE
International pagina .. in lingua inglese, tedesca e italiana.

Ultimo aggiornamento sul portale: 26 Maggio 2010
piu >>
Portale mobile
Con il telefono cellulare è possibile accedere ai percorsi tematici e ai servizi; inoltre potete controllare tutto anche sulla mappa.
piu >>
Hanno collaborato i partner


 

Schema degli itinerari tematici della regione

    MAPPA
"Ancor prima della natura, ti affascina gradevolmente la popolazione che abita qui. Questa gente si distingue per la condotta schietta, sincera, cordiale, espansiva e servizievole. La loro specialità è il linguaggio estremamente corretto e l'umorismo di un'inesauribile amabilità". Così Fran Levec ha descritto la gente locale nel libro sulla provincia della Dolenjska e della Bela krajina. Ed è proprio vero che alla gente di qui piace molto divertirsi. Desideriamo accogliere gli ospiti che visiteranno queste regioni. Qui troveranno sempre un pizzico di intimità, qualcosa da mettere sotto i denti e parole gentili. Forse tutto ciò è dovuto anche alla ricchezza del patrimonio locale. Molti luoghi con una ricca storia, siti archeologici, ambienti naturali attraenti, vita delle persone nelle zone rurali e molte altre attrazioni che invitano il viaggiatore a visitarle.

Della Dolenjska parliamo come di un luogo costituito da basse colline ondulate, che dall'estremità orientale della palude di Lubiana si trascina verso sud-est fino al confine croato. Beh, quasi, perché i Gorjanci costituiscono il confine naturale tra la centrale Dolenjska e la Bela krajina, dove il paesaggio cambia e prosegue nella vicina Croazia. Tuttavia, il confine tra Slovenia e Croazia qui è assolutamente netto poiché a marcarlo vi provvede il fiume Kolpa, il più caldo fiume sloveno, popolare soprattutto in estate.

Mentre sulla Dolenjska si contano le colline e si alternano in modo pittoresco campi e boschi, e nel mezzo ci sono molti villaggi e casali, valli nascoste e cime arrotondate, la Bela krajina è molto più pianeggiante, con caratteristiche carsiche, dove in pianura prevale il bosco e sulle pendici prevalgono i vigneti, che l'autunno rende magicamente dorati.

Qualcuno scherzando ha detto, nel descrivere l'ondulazione della superficie della Dolenjska, che è l'unica superficie al mondo che non consente a un litro di Cviček di stare in piedi. E lo "cviček" – insieme al terrano il solo vino autoctono sloveno – è quello di cui gli abitanti della Dolenjska sono particolarmente orgogliosi. In passato ci sono state molte battute sul vino e sulle persone che lo bevono; oggi lo cviček è una bevanda apprezzata per le specialità culinarie. Dicono che lo cviček, un vino molto leggero e acidulo, abbia un effetto calmante sulla digestione e anche dopo abbondanti quantità non lasci la testa pesante. Naturalmente, i veri abitanti della Bela krajina giureranno sul vino metliška črnina, sul bianco della Bela krajina e su altre varietà che sono negli ultimi tempi sempre più curate. Un motivo in più per provare sia uno che l'altro e giudicare da soli quello che preferite!

Così come il fiume Kolpa caratterizza la Bela krajina e la avvolge in un grande arco, anche il fiume Krka è quasi un sinonimo per la Dolenjska, e alcuni lo chiamano la "perla della Dolenjska". Questo fiume, che ha origine nella grotta carsica nei pressi del villaggio omonimo, con i suoi oltre 100 km di flusso lungo la Dolenjska, è la reale fonte della vita e delle attività degli abitanti locali. Anche le acque sono particolarmente significative per questa regione. Oltre ai fiumi e ai torrenti sono di interesse anche le sorgenti calde, che provengono dalle profondità della fagliazione. Su due di queste sorgenti sono disposti due stabilimenti termali: Dolenjske e Šmarješke toplice conosciute in lungo e in largo.

Che nella Dolenjska e nella Bela krajina ci fossero già da molto tempo popolazioni, lo sappiamo grazie a molti elementi di prova; di esse testimoniano una serie di scavi di epoca preistorica. Vi sono anche prove di altri periodi storici, poiché in un modo o nell'altro, qualcuno ha lasciato il segno in questi luoghi: età del ferro, del bronzo, romana, medievale e contemporanea ...

Per questo motivo abbiamo preparato un percorso che abbiamo chiamato "Sui sentieri del patrimonio della Dolenjska e della Bela krajina". Con esso sarete liberi di visitare castelli e monasteri medievali, entrare nei musei e ammirare gli scavi archeologici, scoprire villaggi con un rilevante numero di chiese, centri termali e piazze e divertirvi con la gente del posto nei loro vigneti. Scoprirete un meraviglioso paesaggio, godrete di spettacoli tradizionali, ammirerete i prodotti fatti con le abili mani della popolazione locale. Questo si può fare anche su ruote, in barca, a cavallo o a piedi – siamo sicuri che la natura pura e incontaminata e la gente amabile saranno ancora più interessanti e degni della vostra visita.

France Režun ha scritto: "Se ascolterete bene, sentirete anche il canto dei grilli e le voci delle persone al lavoro miste ai versi del bestiame. Qui si sa anche meglio che la primavera inizia nelle vigne, l'estate nei prati ondulati e nei cereali e l'autunno nel grano saraceno in fiore. Allora il sole è già leggermente velato, e l'atmosfera, riempita dal brusio delle api e dall'odore del miele, diventa soffice. Se poi vi avvicinate ancora di più, vivete due volte. Ecco perché questo paese è uno splendore ... "

Concedetevi questo lusso, che si raccomanda da solo, e visitate "la bellezza del risveglio" della Dolenjska e della Bela krajina ...

Marko Koščak

ATTUALE
OFFERTA
PACCHETTI TURISTICI

  Veniteci a trovare
Copyright © 2009 Creativ plus | contatto